Massa Lubrense occupa una invidiabile posizione al centro di un triangolo costituito da Sorrento, Capri, Positano. Il territorio comunale comprende la parte terminale della Penisola Sorrentina e si affaccia sia sul Golfo di Napoli che su quello di Salerno e la sua frazione di Sant'Agata sui Due Golfi, come indica il nome stesso, che guarda ad entrambi i principali golfi campani. Difficile fare un elenco dei luoghi più suggestivi e importanti da un punto di vista naturalistico perch? impossibile citarli tutti, volendo fare una arbitraria selezione possiamo includere:

  • il Parco Marino di Punta Campanella, vero paradiso per i sub e luogo di ripopolamento delle specie ittiche; la baia di Jeranto situata all'interno della riserva marina di Punta Campanella. Alle barche a motore non è permesso accedervi per cui o si posseggono braccia robuste o vi si accede attraverso il sentiero che partendo dalla frazione di Nerano attraversa la vegetazione fino alla spiaggia. Panorami suggestivi e acqua limpida meritano ampiamente la camminata il cui ricordo resterà impresso per sempre;
  • Marina del Cantone, la spiaggia è ciottolosa e l'acqua limpida. Sono presenti diversi alberghi, ristoranti e servizi turistici tra cui le barche con marinai locali per le escursioni;
  • la spiaggia di Recommone può essere raggiunta attraverso un sentiero molto panoramico consigliato dal CAI. La camminata di due ore circa offre al turista l'occasione l'opportunità di godere appieno delle bellezze del luogo. Chi non amasse il trekking invece può optare per delle soluzioni a pagamento, o raggiungere la spiaggia con la propria auto attraverso una strada privata o arrivarci in barca. Sul posto sono presenti dei servizi per turisti tra cui anche un ristorante sugli scogli;
  • la Cala di Mitigliano è raggiungibile a piedi in circa 30 min. o poco più utilizzando un sentiero abbastanza impegnativo oppure si può usare una strada privata a pagamento. Dalla spiaggia si gode una perfetta vista di Capri ed è possibile osservare la grotta di Mitigliano ;
  • il fiordo naturale di Crapolla, può essere raggiunto a piedi utilizzando un sentiero che intercetta anche dei resti archeologici. Il fiordo è costituito da una profonda fenditura di circa 160 m. nella roccia che termina con una stretta spiaggetta. I resti di una villa romana indicano che l'amore per questi luoghi ha radici molto lontane nel tempo.