A solo 1 km da Sorrento si trova l'abitato di Sant'Agnello che deve il suo nome al santo protettore. Il territorio comunale è ricco di resti dell'epoca romana a testimonianza della dolcezza del clima e della bellezza dei luoghi. La costa alta e frastagliata offre paesaggi spettacolari e riparo alle specie marine. La piccola ma accogliente spiaggia della Marinella è l'attrazione principale per il turismo balneare a Sant'Agnello.
Da Punta Sant’Elia, raggiungibile a piedi percorrendo un antico sentiero tra la vegetazione costellato di ruderi si può godere del panorama sul Golfo di Salerno e sugli isolotti li Galli.
Tra i monumenti storici e le risorse naturalistiche e culturali possiamo annoverare:

  • l'Hotel Cocumella, antico convento gesuita dal 1637, anno di fine costruzione, fino al 1767, anno in cui divenne bene dello Stato, fu prima un convitto per orfani dei marinai e successivamente un albergo dove furono ospitati molti personaggi importanti;
  • la Villa Crawford deve il suo nome allo scrittore americano Francis Marion Crawford ed è situata a strapiombo sul mare tra giardini lussureggianti, dove gli agrumi hanno un ruolo da protagonisti, ed arricchiti da sculture e reperti antichi. La villa è una importante testimonianza delle tendenze culturali dell'800 di cui incarna lo spirito e le atmosfere;
  • la chiesa dei Santi Prisco e Agnello, molto antica e più volte ampliata, contine dipinti di grande valore artistico.

Per tre giorni durante il mese di settembre Sant'Agnello celebra i suoi prodotti tipici e la sua agricoltura con una sagra che nel tempo è divenuta un appuntamento importante.